Un'altra scelta importante che una coppia si trova a dover affrontare per il matrimonio è quella delle partecipazioni e degli inviti.
Sono in molti a credere che siano la stessa cosa, ma non è così.
La partecipazione viene consegnata solo a chi parteciperà al vostro matrimonio in chiesa o in comune, mentre l'invito è per quelli che oltre alla cerimonia verranno al ricevimento. Tenete conto di questa distinzione perchè è fondamentale!

partecipazioni_classicheDetto questo anche per le partecipazioni c'è un "mondo" inimmaginabile! Classiche, moderne, innovative, fai da te, di pergamena, di carta di riso, scritte o no da un calligrafo, insomma anche questa scelta, che può sembrare veramente banale, è piuttosto ardua. Non solo, difficilissimo è anche il calcolo di quante bisogna farne stampare: c'è una formula matematica, non so se l'ha inventata Einstein per mettere in crisi le povere coppie, che invece, diciamolo, in aritmetica non sono mai andati tanto bene! Curiosi? Questa però ve la dirò alla fine!

Anche le partecipazioni devono essere in linea con lo stile della vostra coppia, ma anche con lo stile che avete deciso di dare al matrimonio.
Oggi ci dedicheremo alla partecipazioni classiche.
Secondo la tradizione le partecipazioni devono essere scritte con penne stilografica a inchiostro nero o grigio su carta bianca o color avorio se preferite anche tagliati  a mano. E' da dire che non stiamo più nell'Ottocento, non c'è bisogno di ingaggiare Leopardi, per annunciare il vostro matrimonio! Se però tenete molto all'etichetta e avete sempre sognato di organizzare le vostre nozze secondo i canoni del galateo questa soluzione è quella che fa per vuoi.
Sempre secondo il galateo e la tradizione il compito di occuparsi delle partecipazioni spetta ai genitori della sposa, mentre l'annuncio ad entrambi i genitori della coppia. Questa usanza è ormai molto rara, oggigiorno è più frequente che sia la coppia ad annunciare le nozze.
partecipazioni_classiche_2Cosa deve essere riportato dentro le partecipazioni?
Nella composizione classica se sono i genitori a fare l'annuncio, in alto vengono riportati i loro nomi, con quelli dei lori figli. Al centro viene scritta la data, l'ora e il luogo della cerimonia. In basso al centro il nuovo indirizzo degli sposi. Gli attuali indirizzi in basso a sinistra quello della sposa e a destra quella dello sposo. Se invece siete voi ad annunciare le nozze, in alto a sinistra va il nome della sposa, a destra quello dello sposo, e poi come detto sopra.

Ora arriviamo al momento cruciale quello che è in grado di mettere in crisi qualsiasi coppia, a meno che non siete ingegneri, architetti, professori di matematica, beh lì non ci sono problemi. Per noi comuni mortali, invece, è veramente difficile: calcolare quante partecipazioni bisogna ordinare.
Se pensavate che calcolare la vostra media universitaria o il voto di laurea fosse complicato, vi dico solo che quello non era niente!
La formula è questa: numero invitati previsti/2 +20% (fonte nozzeclick). Quindi se invitate 200 persone le vostre partecipazioni dovranno essere 200/2 =100+20= 120! Visto non è difficile (io ho usato la calcolatrice!)

Come e quando vanno consegnate?
Per i parenti più stretti e per i vostri testimoni l'ideale è consegnarle a mano. Questo può essere fatto anche agli amici, un'idea potrebbe essere quella di organizzare una cena per consegnare le partecipazioni.
partecipazioni_classiche_3Le partecipazioni vanno consegnate almeno due mesi prima del matrimonio, non oltre le 6 settimane, mentre quelle con l'invito due - tre mesi prima.
Le buste devono essere rigorosamente scritte a mano.

Se non ricevete risposta mi raccomando abbiate premura a chiamare, perchè può accadere, e vi assicuro che non è raro, che alcuni invitati diano per scontato la loro presenza, mentre gli sposi sono convinti di no! Il risultato? Ve li trovate al ristorante, senza preavviso! Onde evitare stress inutili il giorno delle vostre nozze, è bene muovervi in anticipo.

Per quanto riguarda gli inviti è piuttosto semplice, in allegato alla partecipazione un biglietto in cui indicate il ristorante dove terrete il ricevimento, attenzione a indirizzo corretto e luogo. Nel retro ricordatevi  di mettere una piccola mappa con il percorso sino al ristorante. Tra gli invitati c'è sempre chi è più imbranato, e non sa muoversi per strade e vie che non conosce! Non vorrete mica che qualcuno si perda vero?

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui (informativa estesa) Cookie Policy.

Chiudi avviso