L'annuncio delle nozze

Vivevamo insieme da più di sei anni e ormai tutti gli amici erano convinti che non ci saremmo sposati… e anche noi in realtà!
Eppure, nonostante il mio odio per le tradizioni, mi era venuta voglia di sposarmi, come per fare qualcosa di originale e inaspettato, qualcosa che in fondo non era più scontato.
La cosa che mi ha stupito di più è che quando l'ho detto a lui non mi è sembrato sorpreso, e non ha nemmeno fatto resistenza, nemmeno una protesta, anzi gli è sembrata perfino una buona idea.

Invece i miei genitori sono prima rimasti come statue di sale, poi hanno detto qualcosa del tipo ‘ma vale la pena spendere tanti soldi? tanto ormai già vivete insieme’ (un po’ squallido, no?). E chi se lo aspettava! Pensavo mi sarebbero saltati al collo per la felicità, e invece dalle loro facce sembrava che mi avevano bocciato a scuola.
Poi mia madre dice ‘ma forse volete fare dei figli, allora sì, è la decisione giusta!’, e quando ho smentito questa possibilità ci è rimasta anche peggio.
Comunque poi durante le nozze si è emozionata come tutte le mamme del mondo.

wedding_invQuando finalmente si decide di sposarsi il primo passo da compiere è annunciarlo ai genitori e agli amici. Ci si aspetta sempre di vedere le reazioni da film, secondo schemi e canoni ben precisi, nel bene e nel male. Invece molto spesso si hanno davanti facce ed espressioni che non sono esattamente quelle di un attore da soap-opera.
A volte è di certo un bene: in fondo ciò che è inaspettato si imprime nella nostra memoria per sempre. Magra consolazione, no?!
Per ogni evenienza è comunque bene armarsi di un bel sorriso, utile in tutte le circostanze, e di una frase leggera per le eventuali reazioni negative.
I genitori diventano i veri protagonisti del momento del così detto “fidanzamento”. Sì, perché il momento dell’annuncio delle nozze è il vero e proprio “fidanzamento ufficiale”, che voi siate convenzionali o meno. E i genitori come minimo reagiscono con un “è troppo presto!” o al contrario “era ora, cosa stavate aspettando?”, e c’è di peggio ovviamente. Se avete dei genitori che vi dicono qualcosa come “Ok, qualsiasi decisione prendi per noi va bene e siamo contenti per te” vi prego di segnalarcelo: sarete eletti “Gran C… del secolo”.
E poi ci sono gli amici. Loro restano in genere più neutrali di fronte all’annuncio, ma si scateneranno presto in consigli non richiesti, in gare per fare i testimoni, e in proteste per la data e il luogo da voi scelti. Ma questa è un’altra storia.
Se qualche amica vi guarda con un sorriso tirato che nasconde un’invidia inespressa, un’altra tira fuori una vocina in falsetto per dirvi quanto romanticismo c’è nelle nozze e una terza vi guarda con aria di donna vissuta che conosce già tutte le disillusioni del caso, se qualche amico vi dà una pacca sulla spalla e scuote la testa con un’aria di compassione per il vostro triste destino, un altro con fare furtivo vi dà l’indirizzo di una sua vecchia conoscenza per l’addio al celibato ed un terzo vi vuole rifilare lo smoking con cui si è sposato lui, voi tirate avanti tranquilli e sicuri del fatto che, se lo volete, sarete voi a condurre il gioco e ad avere un matrimonio (quasi) come volete.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui (informativa estesa) Cookie Policy.

Chiudi avviso